Sei qui: Notiziario della Salute I gravi oneri del tabacco

Pubblicità - Annunci Google

E-mail Stampa
Indice
I gravi oneri del tabacco
Cosa c'è in una sigaretta?
L'epidemia mondiale del tabacco, prima causa di morte evitabile
Percentuale di fumatori per sesso e per area di sviluppo nel mondo
Profilo negli anni del consumo globale di sigarette
Prevalenza del consumo di tabacco in Europa
Prevalenza del fumo in Italia per sesso, età e regione
I decessi cumulativi per area d sviluppo nel mondo legati al tabacco
Tutte le pagine

INGRESSO DEL TABACCO NEL MONDO ANTICO


L’inizio della coltivazione  del tabacco si fa risalire  al 6.000 a.C. circa mentre  le prime  testimonianze  del  suo  consumo  sono  del  primo  secolo  a.C.  presso  gli indigeni americani che lo utilizzavano  durante i loro riti religiosi.
Gli europei, una volta importato  il tabacco nel vecchio continente,  hanno, di poi, sviluppato  la sua cultura di strumento di piacere, implementandone il commercio e il consumo.  Il  tabacco  è coltivato  in  molte  regioni  del mondo  e può  essere acquistato legalmente in tutti  i paesi. La foglia essiccata della pianta nicotiana tabacum  viene  generalmente  utilizzata  per fumare,  masticare  o fiutare.  Dal  16° secolo il consumo di tabacco si è diffuso in tutto il mondo con una prevalenza variabile,  soprattutto nei riguardi  del rapporto  tra uomini  e donne  (CDC,  2006; OMS, 2008).



Pubblicità - Annunci Google

Chi è online

 50 visitatori online

ULTIMO AGGIORNAMENTO SITO:

Mercoledì 19 Settembre 2018, 17:28

Statistiche

Tot. visite contenuti : 2099989
Sei qui: Notiziario della Salute I gravi oneri del tabacco