notiziario Marzo 2012 N°3 - DEPRESSIONE COME MALATTIA SISTEMICA III^ parte - La depressione nella donna Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Di Lascio e Susanna Di Lascio   
Indice
notiziario Marzo 2012 N°3 - DEPRESSIONE COME MALATTIA SISTEMICA III^ parte
QUADRI CLINICI DELLA DEPRESSIONE
Il quadro clinico dell'episodio depressivo maggiore
Il disturbo depressivo con caratteristiche di malinconia
Il disturbo depressivo con caratteristiche catatoniche
Il disturbo depressivo distimico
Il disturbo depressivo psicotico
La depressione atipica
La depressione stagionale
La depressione nell'adolescente
La depressione nella donna
La depressione post-partum
La depressione nell'anzianoKatharine
Il binomio depressione - demenza
La sindrome ansioso-depressiva e la depressione con disturbo di panico.
Sindrome depressiva e sindrome della bruttezza immaginaria
PROGNOSI DELLA DEPRESSIONE
Tutte le pagine

La depressione nella donna

Come già in precedenza riportato, già nell'adolescenza inizia a verificarsi una differenza d'incidenza della depressione tra uomo e donna la quale arriva a presentare una prevalenza fino al 25% in un qualche momento della vita, dimostrando anche una progressiva accentuazione del divario con l'altro sesso con l'avanzare dell'età. La donna, infatti, soffre di depressione più dell'uomo dai diciotto ai quarantaquattro anni e in specie dopo i venticinque. Tra i quarantaquattro e i sessantacinque anni la differenza si riduce per ricrescere dopo tale periodo della vita. Peraltro, la donna spesso è afflitta più frequentemente da altri sintomi, come l'ansia, i disordini del sonno, gli attacchi di panico e i disordini alimentari. Nella donna la sintomatologia della depressione, in genere, non è uniforme nel tempo e sono presenti più comunemente pessimismo, senso d'impotenza, angoscia continua, eccessiva preoccupazione con negativismo, indecisione, bassa autostima, anedonia, irascibilità, difficoltà di concentrazione, disturbi della memoria, senso di scarsa energia, appetito scarso o eccessivo, insonnia o ipersonnia, riduzione della libido, percezione d'immagine negativa del proprio corpo, soprattutto nelle più giovani. Non sono infrequenti disturbi fisici, dolori cronici e sintomi digestivi. Le alterazioni dell'umore, ricondotte alle variazioni dei livelli ormonali della sfera sessuale, sono state oggetto di studio per la valutazione delle possibili cause della depressione nella donna in ragione della sua maggiore frequenza nelle fasi e nelle età in cui si verificano i cambiamenti con impronta neuroendocrina come la pubertà, il ciclo mestruale, la gravidanza, il parto e a menopausa. Così pure, sembrerebbe che l'uso delle pillole contraccettive sia anch'esso associato alla malattia. Nelle donne assumono, di poi, un certo rilievo la mancanza di lavoro e l'obbligo di rimanere a casa a curare i bambini ma anche il divorzio o la separazione, soprattutto se vi sono problematiche economiche e legali di affido della prole.